“Caterino mente su di me come ha fatto con Cosentino”

I nuovi stralci dei verbali sul capo clan Salvatore Belforte

L'ex sottosegretario all'Economia Nicola Cosentino

Sembra una vera e proprio guerra tra collaboratori di giustizia. Da un lato Salvatore Belforte, storico capoclan di Marcianise, dall’altra Salvatore Caterino dei Casalesi, uno dei grandi accusatori dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino.

E proprio su quest’asse si combatte una guerra interna, secondo quanto ha raccontato un altro collaboratore Vincenzo D’Ambrosio. Agli atti della Dda c’è infatti una dichiarazione che quest’ultimo ha riportato da Belforte, secondo il quale, Caterino “voleva rovinarlo”. Racconta D’Ambrosio: “Secondo Belforte, Caterino era la causa di tutti i suoi mali, perché aveva dichiarato falsamente che nel periodo nel quale Caterino aveva fatto da piantone a Belforte, lo stesso gli aveva candidato di essere a conoscenza della responsabilità del fratello Domenico nella sparizione della sua amante”.

Ed ancora: “Belforte aggiunse che sapeva che Caterino era una persona che non si faceva scrupolo di dire bugie, tanto che aveva fatto dichiarazioni false nei confronti del sottosegretario all’Economa Nicola Cosentino, tanto che lui si era limitato a leggere cose che era state già scritte pur di ottenere gli arresti domiciliari”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • La Campania 'promossa' in zona arancione: riaprono i negozi per lo shopping di Natale

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento