rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Cronaca Marcianise

L'ex politico confessa: “Avevo rapporti con Salvatore Belforte”. E si accusa di due omicidi

L'imprenditore ascoltato durante il processo per le tangenti in Comune

Un’altra udienza da assoluto protagonista quella di oggi per l’imprenditore di Marcianise Angelo Grillo, detenuto in carcere da oltre due anni e già condannato per omicidio. Grillo, ex consigliere comunale di Marcianise e candidato anche alle Regionali con la Lega Nord nel 2005, ha preso la parola in aula durante l’udienza del processo che lo vede sotto accusa per le presunte tangenti al Comune di Caserta, ha confessato di aver rapporti col capoclan dei Belforte, Salvatore, dal 1999 fino ad oggi e si è anche accusato di essere stato mandante dell'omicidio Passariello ed anche del delitto Cortese.

Un vero e proprio colpo di scena visto che nel corso dell’ultima udienza, nella quale aveva chiesto di essere ascoltato, Grillo non confessò così come si era paventato durante l’interrogatorio da parte del pubblico ministero della Dda Luigi Landolfi. Oggi, a poche settimane di distanza, il nuovo cambiamento e la confessione totale. Grillo, inoltre, è già stato condannato a trent'anni di carcere proprio per l'omicidio di Vincenzo Passariello, fratello del consigliere regionale di Fratelli d'Italia Luciano. L'omicidio servì per 'liberare' il campo da possibili competitor per un appalto delle pulizie all'Asl di Caserta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex politico confessa: “Avevo rapporti con Salvatore Belforte”. E si accusa di due omicidi

CasertaNews è in caricamento