menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si masturba e insegue 5 ragazzine davanti scuola, maniaco a processo

Giudizio immediato per il 34enne indiano arrestato dai carabinieri dopo il tentativo di abusi

Disposto il giudizio immediato davanti il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per R.D., 34enne indiano senza fissa dimora imputato per corruzione di minore, atti sessuali su minore e tentata violenza sessuale.

Il cittadino indiano, difeso dall'avvocato Ferdinando Letizia, il 14 aprile scorso  in via Settembrini a Cancello ed Arnone, nelle immediate vicinanze dell'Istituto scolastico 'Ugo Foscolo’, avvicinandosi alle minori di 14 anni (F.G.,R.C,P.M.G.,M.A.B,D.V.F) si abbassava i pantaloni e gli slip mimando con il proprio pugno chiuso il tipico gesto di valenza sessuale, masturbandosi.

Dopo essersi assicurato che le minori lo stessero guardando, compiva atti sessuali in loro presenza col fine di farle assistere e poi con minacce e violenza, inseguendo le ragazzine e ponendosi davanti ad esse con le braccia aperte cercando di bloccarle, riusciva ad afferrare una di loro tirandola a sé e cercando di di abusare di lei.

La violenza fortunatamente non si verificava per la pronta reazione delle minorenni, che riuscivano a scappare. R.D. veniva quindi arrestato dalla compagnia carabinieri di Casal di Principe e tradotto in carcere a Santa Maria Capua Vetere, con l'aggravante di aver commessi i fatti nei confronti di minori di 14 anni e nelle immediate vicinanze di un Istituto di Istruzione.

L'udienza presso il tribunale sammaritano si terrà il prossimo 26 giugno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento