Il gip ha firmato: archiviata ufficialmente l'indagine su Graziano e Fiorenzano

Erano stati accusati di voto di scambio dopo la denuncia di un ragazzo: ma gli inquirenti hanno scoperto che si era inventato tutto, compreso un profilo fake su Facebook

Stefano Graziano e Pasquale Fiorenzano

Ora è ufficiale: il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Napoli Nord ha archiviato le indagini sul consigliere regionale del Pd Stefano Graziano e sul consigliere comunale di Aversa Pasquale Fiorenzano che erano finiti nel mirino della Procura della Repubblica dopo la denuncia di un ragazzo di Carinaro che aveva affermato di aver portato dei voti alle amministrative di Aversa a Fiorenzano dopo la promessa fatta da Graziano per un concorso pubblico. Una denuncia, corredata anche da screenshot di conversazioni su Facebook, che, poi, si è rivelata fasulla: nel corso delle indagini, grazie al lavoro della polizia postale, si è scoperto che in realtà il profilo dal quale sarebbero stati inviati i messaggi del consigliere regionale era stato gestito dallo stesso accusatore. Quest’ultimo, dunque, avrebbe creato il profilo e scambiato i messaggi per poi denunciare il consigliere regionale. E neanche i messaggi ed i contatti avuti con gli altri indagati avrebbero fatto emergere fatti atti a dimostrare un coinvolgimento nell’accordo ‘contra legem’. Per questo motivo il sostituto procuratore Patrizia Dongiacomo aveva chiesto al gip di chiudere le indagini con un’archiviazione. Che oggi è arrivata. 

"Ho sempre avuto la massima fiducia nella giustizia e anche questa volta la verità è venuta a galla, smontando calunniose accuse costruite ad arte". Così Stefano Graziano ha commentato la firma del decreto di archiviazione dell'inchiesta su un presunto caso di voto di scambio. "Ringrazio l'avvocato Vittorio Giaquinto per il lavoro fatto grazie al quale abbiamo porti to dimostrare che le accuse erano del tutto false, costruite ad arte attraverso un profilo Facebook falso. Credo sia il momento di aprire una riflessione sui social, l'utilizzo e la tutela della identità digitale di ognuno di noi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinti 14mila euro nel casertano: centrato un terno al Lotto

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Pasticcio zona rossa in Campania, oggi arriva la nuova classificazione

  • La Campania 'promossa' in zona arancione: riaprono i negozi per lo shopping di Natale

  • Imprenditore casertano ubriaco alla guida uccide 37enne

  • Il sindaco non ha più la maggioranza: bilancio bocciato. Dopo 18 mesi finisce l'era Golia

Torna su
CasertaNews è in caricamento