Il gip conferma il sequestro del ponte sulla Domiziana. La Procura: "Gravi lesioni"

Ecco tutti i problemi che sono stati riscontrati e che hanno portato a vietarne l'accesso

Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha convalidato il sequestro del ponte al km 29 della Domiziana a Castel Volturno, confermando dunque il provvedimento d’urgenza operato dai carabinieri su ordine della Procura della Repubblica nei giorni scorsi. 

“Gravi lesioni e danneggiamenti del manto stradale”

l sequestro è stato disposto in relazione allo stato in cui versa il Ponte, caratterizzato da un diffuso stato di degrado delle strutture portanti. In particolare è stato rilevato "l'ammaloramento delle armature esterne delle strutture in cemento armato ad arco che risultano per buona parte a vista e prive di copriferro". In molteplici punti le armature sono ossidate anche per l'intero spessore e, pertanto, alcune di esse risultano interrotte. Parimenti ammalorate, si sottolinea in una nota della Procura, “si presentano le strutture in cemento armato di collegamento tra la carreggiata stradale (soletta) e gli archi (ovvero le travi e pilastri), nonché lungo la carreggiata stradale è stato rilevato, sul manto di asfalto, un diffuso quadro fessurativo esteso per l'intera lunghezza; gravi lesioni e danneggiamenti si evidenziano sul manto stradale, in corrispondenza dei giunti iniziali del ponte (2 piedritti d'estremità) e dei giunti in corrispondenza dei due appoggi centrali (piedritti degli archi campate centrali)”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Danneggiate anche le strutture metalliche laterali

Da ultimo è stata riscontrata una grave precarietà e danneggiamento delle strutture metalliche di protezione dei percorsi pedonali laterali lungo il ponte, con particolare deterioramento anche delle armature metalliche delle scalette in cemento armato di discesa pedonale lato sud. La struttura ad archi del ponte - con luci significative - lo rendono molto sensibile e vulnerabile alle sollecitazioni dinamiche, in modo particolare provocate dal transito di veicoli. “Tale quadro, anche in relazione al non trascurabile interessamento del ponte da parte del traffico veicolare (anche pesante), ha reso necessario ed urgente un intervento atto a cautelare la pubblica e privata incolumità dal rischio di crollo del detto ponte o di parti di esso” conclude la nota del capo della Procura Maria Antonietta Troncone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lieve aumento dei contagi nel casertano: ecco i comuni più colpiti della seconda ondata

  • Scuole, il 24 e 25 settembre sarà sciopero: si teme nuovo rinvio dell'apertura

  • SPECIALE REGIONALI De Luca è presidente. Zannini, Oliviero e Graziano davanti a tutti

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • Record di nuovi contagi nel casertano: mai così tanti in un giorno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento