Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

"Il Comune ha ritirato il permesso al gazebo dopo che avevamo avuto l'ok"

Il chiarimento dei gestori del Pink House: "E' diventato abusivo dopo che l'Ente ha cambiato idea"

Il Tribunale amministrativo regionale ha rigettato il ricorso presentato dalla Sweet Italy, società che gestisce il Pink House di Aversa, per un presunto abuso relativo ad un gazebo ma i gestori hanno voluto fare una precisazione: "Il gazebo in oggetto non è quello della struttura attuale del Pink House, bensì quello dell'immobile accanto" e quindi non quello che praticamente 'affaccia' sulla strada.

"Il problema principale del contendere è che dopo che il Comune ha rilasciato il permesso a costruire la società ha effettuato notevoli investimenti nella struttura; successivamente il Comune ha ritirato il permesso e di conseguenza ha richiesto la demolizione del gazebo. Quindi il gazebo non è stato costruito abusivamente ma lo è diventato solo in seguito. Fermo restando, quindi, che rispettiamo le sentenze del Tribunale è ovvio che ricorreremo in tutte le ulteriori sedi possibili per tutelare i nostri diritti visto che quanto meno intendiamo recuperare le somme investite nella struttura".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Comune ha ritirato il permesso al gazebo dopo che avevamo avuto l'ok"

CasertaNews è in caricamento