Furto al Liceo Artistico: rubati computer e tablet

La dirigente scrive al ministro Azzolina: "E' una profonda ferita inflitta alla nostra scuola"

Ancora una volta i ladri al Liceo “San Leucio”, la dirigente scolastica Immacolata Nespoli scrive alla ministra Lucia Azzolina. Il colpo è stato messo a segno venerdì nella sede succursale di Viale Melvin Jones, appartenente all’Istituto di San Leucio: i soliti ignoti, agendo di notte, si sono introdotti nell’edificio; dopo aver disattivato l’antifurto, hanno asportato l’intera disponibilità, 31 notebook, tablet e tavolette grafiche, acquistati con vari finanziamenti FESR. 

“Dalla antica e nobile Provincia di Terra di Lavoro – si legge nella lettera al ministro – che evoca da sempre il concetto della profusione di energie intellettuali e manuali, le scrivo il mio, il nostro, grido di dolore”. Una lettera accorata che racconta la bellezza di un territorio e la fatica che in esso bisogna profondere quotidianamente per difendere il valore della legalità. “Una terra – continua la preside Nespoli – che custodisce realtà contrastanti e controverse, dove la microcriminalità dilaga con imponenza sul territorio sfidando le Istituzioni nonostante un sinergico lavoro di educazione alla legalità di cui la Scuola è promotrice indiscussa. Infatti con il supporto delle molteplici agenzie educative presenti sul territorio, le Istituzioni scolastiche lavorano per un’educazione integrata mirante a scuotere le coscienze delle/dei giovani per una didattica della legalità, volta ad elaborare e a diffondere il senso del valore civile, le regole e le norme a risposta dell'incalzante e temibile fenomeno della criminalità. Non mancano nella nostra quotidianità modelli positivi imitati consapevolmente dalle nostre studentesse e dai nostri studenti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dolore e l’impotenza chiedono una vicinanza delle istituzioni centrali. “Questo ennesimo furto è una profonda ferita inflitta alla nostra scuola, perché subire un furto è sempre un danno sia a livello economico sia morale ma quando poi la vittima è la Scuola, promotrice  indefessa di educazione alla legalità, è un’azione ignobile”. La speranza è che da Viale Trastevere arrivi un forte segnale di condivisione del dramma e di intervento con la possibilità di avere nuovamente, nella disponibilità delle allieve e degli allievi, gli strumenti rubati, indispensabili nell’azione didattica quotidiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il coprifuoco di De Luca: stop agli spostamenti fra le province, attività chiuse dalle 23

  • Coprifuoco in Campania, De Luca firma l'ordinanza. Tutti a casa dopo le 23 per 20 giorni

  • Troppi contagi: "Marcianise sarà dichiarata zona rossa"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

  • Nuovo record di contagi in un giorno: 321 nuovi casi e 2 morti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento