rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Aversa

Colpo milionario coi camion e la gru alla filiale dell'Unicredit: 59enne esce dal carcere

Disposto l'affidamento in prova ai servizi sociali dopo il furto da film

Affidamento in prova per Michele Gallinaro, 59enne di Caivano, tra i componenti della banda protagonista dell'assalto alla filiale dell'Unicredit di Aversa che con l'uso di gru e camion aveva sventrato il muro dell'istituto di credito portando via la cassaforte e le cassette di sicurezza, con un bottino milionario, tra soldi e gioielli.

Il tribunale di Sorveglianza di Napoli - presidente Elena Valente, relatore Marco Puglia - ha disposto, accogliendo l'istanza del difensore, l'avvocato Luigi Poziello, la concessione dell'affidamento in prova ai servizi sociali per il 59enne, condannato per associazione a delinquere, rapina aggravata, riciclaggio, ricettazione, con la recidiva specifica e reiterata. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Arienzo, per ritornare nella sua città natale, dove svolgerà l'attività lavorativa per scontare la pena inflitta. 

Le indagini sulla rapina

Dalle indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord, emerse che i rapinatori - 8 vennero poi arrestati - bloccarono con sette tir e tre auto le vie d’accesso al centro della città di Aversa, in particolare a piazza Vittorio Emanuele, dove è situata la filiale Unicredit, in modo da poter agire indisturbati. Si servirono poi di una gru per sfondare i vetri della banca ed asportare l’armadio blindato contenente le cassette di sicurezza con soldi e preziosi per svariati milioni di euro.

Il colpo messo a segno ad Aversa ebbe un precedente ad Afragola, un mese prima, il 22 ottobre 2019, quando quattro banditi a volto coperto bloccarono con un autobus e un’auto le vie d’accesso alla strada della banca da rapinare, e muniti di mezzo dotato di braccio meccanico, sfondarono la vetrata e cercarono di impossessarsi dello sportello bancomat; dovettero però fuggire in seguito all’arrivo delle forze dell’ordine, allertati da una guardia giurata dell’istituto di credito. Si ipotizza che i quattro facciano parte dello stesso gruppo dei sei condannati. 

La banda di ladri, composta da almeno 8 persone, ha piazzato due camion ed un’automobile sotto l’Arco del’Annunziata, uno al Parco Pozzi ed un’altra a via Vittorio Emanuele, rendendo praticamente il centro accessibile. Con una gru sfondarono i vetri della banca e portarono via l'armadio blindato contenente le cassette di sicurezza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo milionario coi camion e la gru alla filiale dell'Unicredit: 59enne esce dal carcere

CasertaNews è in caricamento