Cronaca Roccaromana

Il furto nel distributore sequestrato e poi lo scoppio: è caccia ai malviventi

Ritrovati anche gli arnesi utilizzati per asportare la benzina

Si sono avvalsi di un furgone noleggiato da un cittadino bulgaro residente a Somma Vesuviana presso una società di car service nel napoletano utilizzato poi per compiere il furto di benzina. E dopo una breve ricerca sono stati ritrovati anche gli arnesi utilizzati per mettere a segno il colpo.

Sono i particolari che emergono dalla singolare vicenda dell'incendio innescatosi a seguito di un furto di fusti di benzina a Roccaromana nei pressi del distributore A. D. N. Petroli sulla SP 67 Roccaromana - Pietramelara alle 4.30 nella notte tra venerdì e sabato. Il veemente rogo si è generato a seguito del duplice scoppio del furgone Opel Vivaro presumibilmente per un guasto elettromeccanico utilizzato dai ladri per trasportare una dozzina di fusti di benzina asportata illecitamente mediante l'utilizzo di pompe da aspirazione nonché attrezzi tipici da scasso quali scalpello, cacciaviti e piede di porco.

I vigili del fuoco del distaccamento di Piedimonte Matese con l'ausilio della polizia giudiziaria del comando del Capoluogo hanno provveduto al sequestro del furgone e degli arnesi. Una dinamica ancora frammentaria posta al vaglio dei carabinieri della compagnia di Capua che sono alla ricerca dei malviventi rimasti presumibilmente feriti nella deflagrazione del furgone. Dalle prime ricostruzioni il distributore di carburante risulta esser oggetto di sequestro ad opera della guardia di finanza di Caserta per le riscontrate anomalie in termini di distribuzione del carburante e di qualità del medesimo.

Un provvedimento eseguito circa un anno fa. Il distributore non era quindi provvisto di elettricità e con i sigilli alle pompe erogatrici. Un bersaglio appetibile per i malviventi che non avevano fatto i conti con l'imprevedibilità del liquido infiammabile. La zona è interdetta al transito per consentire le operazioni delle forze dell'ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il furto nel distributore sequestrato e poi lo scoppio: è caccia ai malviventi

CasertaNews è in caricamento