Arrestati dopo il folle inseguimento, a casa nascondevano il bottino dei colpi

I due albanesi fermati dai carabinieri: durante la perquisizione trovate opere d'arte e gioielli

La refurtiva recuperata dai carabinieri

I carabinieri di Casoria hanno arrestato ad Orta di Atella due malviventi di origini albanesi, già noti alle forze dell’ordine: Aljet Dardha, 40enne domiciliato ad Orta di Atella, e Muga Mersim, 27enne domiciliato a Pastorano.

I militari li hanno notati a bordo di una Fiat Stilo azzurra, quindi hanno intimato all’autista l’alt; questi non se ne è avveduto ma, anzi, ha speronato i militari accelerando e provando a far perdere le loro tracce. La fuga non è durata però molto perché i due sono stati inseguiti, bloccati e ammanettati dopo aver vinto la loro resistenza.

Perquisendoli i militari gli hanno trovato addosso gioielli provento di un furto in abitazione perpetrato il 7 dicembre in provincia di Isernia. Nelle loro abitazioni, invece, i carabinieri hanno trovato il resto, sequestrando 5 dipinti su tela del valore complessivo di 3mila euro trafugati da un appartamento di Isernia la notte del 4 dicembre. Le opere d’arte, tutte appartenenti alla “scuola napoletana”, rappresentano una deposizione, fanciulle, putti, musicisti e scene di guerra.

Trovati nella disponibilità degli arrestati anche 7 borse griffate, bracciali e collane d’oro, 9 orologi, 5 cellulari, le chiavi di 3 autovetture, un’aspirapolvere e occhiali da sole: l’origine degli oggetti, presumibilmente illecita, è in corso di accertamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due risponderanno in concorso di furto aggravato, ricettazione, possesso ingiustificato di arnesi da scasso, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. al termine delle formalità sono stati tradotti al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento temporale sul casertano: strade allagate. E' già caos | FOTO E VIDEO

  • Tra i rifiuti spunta una fattura: vigili urbani incastrano il "mago delle cantine" | FOTO

  • Addio Nando: una vita in musica spezzata da un atroce destino

  • Arrivano nel casertano per le vacanze ma sono positivi al coronavirus

  • Muore a 39 anni dopo il drammatico incidente mentre lavora

  • Corruzione, imprenditore casertano nell'inchiesta col consigliere regionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento