Cronaca

Assalto in banca: telecamere passate al setaccio

Proseguono le indagini della polizia dopo il colpo: ipotesi della "mente" italiana

L'assalto alla Unicredit di Aversa

Telecamere al setaccio per ricostruire l'incredibile furto in stile hollywoodiano messo a segno all'alba di venerdì alla filiale della Unicredit di piazza Vittorio Emanuele ad Aversa.

Proseguono le indagini da parte della polizia del commissariato normanno e della squadra mobile sul colpo. Al momento gli inquirenti non vogliono lasciare nulla di intentato e si battono tutte le piste investigative. Enorme il materiale acquisito negli ultimi giorni, in particolare le telecamere della videosorveglianza, pubblica e privata. Indizi su cui si sta lavorando sul fronte investigativo.

Per le modalità con cui è stato messo a segno il colpo si ipotizza che la mente possa essere italiana mentre la manovalanza sia straniera. Al momento, però, è solo una primissima ipotesi investigativa di un'indagine ben più ampia. Quel che è certo è che si tratta di una banda ben organizzata e composta da non meno di 15 persone (le strade sono state chiuse con 6 camion e 3 auto a cui si aggiungono i mezzi usati per commettere il furto).

Il bottino è ancora in via di quantificazione. Sono state rubate 90 cassette di sicurezza e man mano i proprietari stanno facendo il resoconto di quanto contenuto. Impossibile, almeno per ora, fare una stima dei danni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto in banca: telecamere passate al setaccio

CasertaNews è in caricamento