rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca Recale

Furti d'auto, indagato anche vice sindaco

Avrebbe fornito a titolo gratuito ed in cambio di pezzi di auto, i mezzi di trasporto e di locomozione per la ricettazione ed il riciclaggio delle vetture

Figura anche il vicesindaco di Recale Domenico Di Maio, 66 anni, tra gli indagati a piede libero nella maxi inchiesta sulla banda dei furti d'auto che ha portato a 14 misure cautelari, 11 in carcere e 3 ai domiciliari oltre a 4 obblighi di dimora.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, Di Maio - innocente fino a prova contraria - avrebbe fornito a titolo gratuito ed in cambio di pezzi di auto, i mezzi di trasporto e di locomozione per la ricettazione ed il riciclaggio delle vetture o dei pezzi delle stesse. Circostanze che ora dovrà chiarire alla magistratura.

Nel complesso, secondo gli investigatori dell'arma, sono stati 84 i furti di auto messi a segno dalla banda. Sostituivano la centralina per l'accensione e riuscivano a trafugare le vetture in sosta. Molti furti sono avvenuti nel casertano, tra Caserta e Santa Maria Capua Vetere.

Intanto, nei giorni scorsi, gli indagati colpiti da misura si sono presentati dinanzi al gip Alessia Stadio per l'interrogatorio di garanzia. Nella maggior parte dei casi si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. I legali preannunciano ricorso al Riesame. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Alfredo Santacroce, Valeria Verruso, Angelo Riccio, Giovanni Nicola Procaccini, Giuseppe Marano, Vincenzo Granata, Giulia Esposito, Dario Carmine Procentese, Antonella Regine, Massimo Guadagni, Mario Ferbo, Umberto Costanzo e Roberto Guidetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti d'auto, indagato anche vice sindaco

CasertaNews è in caricamento