Ecco la banda delle scuole: giovani e scatenati, più colpi in una sola notte

I retroscena dell'inchiesta dei carabinieri: nel mirino anche un bar ed un negozio

Sono riusciti a compiere più furti, in diversi istituti scolastici, anche nella stessa giornata. Erano veri specialisti i quattro componenti della banda di ladri raggiunti questa mattina da un’ordinanza cautelare (3 agli arresti domiciliari e uno di obbligo di dimora) eseguita dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, un blitz che ha sgominato la gang che in particolare nel 2016 ha letteralmente seminato il panico negli istituti delle province di Caserta e Napoli, colpendo ben 11 scuole.

Una banda di giovanissimi

Una banda composta da ladri giovanissimi, tutti tra i 20 e i 30 anni e originari della provincia di Napoli, che però hanno trovato ‘terreno fertile’ dove colpire soprattutto nel casertano, dove hanno razziato tre scuole di Macerata Campania, una a Castel Volturno, a Marcianise e Casapulla.

La refurtiva e i danni

Nei raid, come emerge dall’indagine, sono stati asportati circa 70 pc, oltre a danni ingenti agli istituti, messi sottosopra e devastati dalla furia della gang. Furti costati decina di migliaia di euro tra materiale rubato e costi di riparazione agli istituti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I colpi nel bar e nel negozio

Nel mirino dei quattro indagati non c’erano solo le scuole. Alla banda viene infatti contestato anche il doppio furto in un bar e in un negozio di abbigliamento di Pozzuoli, nel napoletano, oltre al furto di una vettura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Il compagno di scuola pentito: "Autorizzato a spacciare con una mia lettera"

  • Trasforma la tettoia in mansarda, 'condannato' dal giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento