menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Furti di rame, 8 fermati. La banda ha colpito anche nel casertano

Smantellato giro d'affari di circa 150mila euro, la refurtiva sottratta anche a Lusciano

In pochi mesi avevano messo a segno un gran numero di furti di rame, entrando in azione anche nel casertano. Questa mattina i carabinieri della Compagnia di Agropoli (Salerno), con il supporto delle unità dell'Arma territorialmente competenti, hanno eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura di Vallo della Lucania, nei confronti di 8 persone, indagate per furto.

L'indagine, originata da alcuni episodi di furto commessi a Castellabate, ha consentito di ricostruire l'esistenza del gruppo criminale, dedito in maniera stabile al compimento di furti nella zona del Cilento, e che in pochi mesi di attività ha commesso una serie innumerevole di reati predatori, tutti con target molto precisi fondati sulla massiva presenza di rame: l'Oasi del Fiume Alento, opifici, cabine elettriche, sedi operative di aziende, centrali telefoniche, ma anche abitazioni, depositi e rimessaggi di barche.

Il giro di affari è stato quantificato in circa 150mila euro di refurtiva, sottratta a Lusciano, San Giovanni a Piro, Castellabate, Prignano Cilento, Cicerale, Acerra e Montoro. L'indagine ha inoltre consentito di evidenziare come il gruppo criminale, concentrato sulla sottrazione di rame, non disdegnasse tuttavia anche refurtiva di altro genere, derubando anche alcune derrate alimentari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento