menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colpi nei negozi con la tecnica 'del giornale', lo specialista in manette

L'uomo aveva razziato diversi esercizi commerciali: è stato incastrato dalle telecamere

È stato sottoposto all’obbligo di dimora e di firma a Caserta il 47enne fermato dai carabinieri della Stazione Vomero-Arenella (Napoli) per furto aggravato e utilizzo indebito di carte di credito. L’uomo, un napoletano senza fissa dimora, avrebbe usato la tecnica "del giornale" o "della giacca" per portare a termine i suoi colpi.

I colpi 

Secondo la ricostruzione degli investigatori, il 14 marzo scorso sarebbe entrato in una gioielleria di via Luca Giordano con la scusa di comprare un bracciale. Approfittando di una distrazione del gioielliere gli avrebbe quindi sottratto lo smartphone che teneva sul banco. Successivamente l'11 aprile avrebbe fatto qualcosa di simile in un negozio di scarpe in via Scarlatti, sottraendo la borsa ad una cliente la quale l'aveva lasciata su un divanetto mentre provava dei capi. La borsa valeva 1.200 euro, lo smartphone all'interno 300 euro, inoltre c’erano dentro gioielli e contanti, per un bottino totale di 4mila euro. Infine, l’8 maggio l'uomo avrebbe rubato un portafogli in un bar di via Francesco Fracanzano. Prima prendendo dal banco un giornale gratuito, poi usandolo per coprirsi la mano che infilava nella borsa di una signora per sfilareke il portafogli. Il bottino in questo caso era stato di 180 euro ed un bancomat, col quale sono stati acquistati poco dopo due smartphone ed un paio di jeans.

Incastrato dalle telecamere

I carabinieri sono arrivati al 47enne grazie alle immagini dei sistemi di videosorveglianza installati nei negozi. Lo hanno fermato nel corso di un servizio di osservazione e pedinamento mentre si aggirava per il Vomero. Era vestito - riportano i militari - come quando aveva rubato il portafogli nel bar ed aveva nella borsa i jeans appena comprati, ancora con l’etichetta attaccata. Giubbino e pantaloni gli sono stati sequestrati. È stato successivamente portato in carcere a Poggioreale e poi su decisione del Gip sottoposto all'obbligo di dimora a Caserta e di firma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quaterna da sballo ad Aversa: vinti 120mila euro

Attualità

Il Tar annulla l'ordinanza di De Luca sulla chiusura delle scuole

Attualità

Maestra positiva al Covid: chiusa la scuola

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento