Presa la baby-gang dei furti d'auto: bloccati prima del colpo

Ai tre giovani sono stati sequestrati attrezzi da scasso, un disposito per bypassare le centraline e una pen drive

I carabinieri della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile del Gruppo di Aversa, durante la scorsa notte, nel corso di un servizi volto ad frenare il ripetersi di reati predatori, con particolare riferimento ai furti di auto, hanno proceduto all’identificazione ed alla denuncia in stato di libertà per possesso ingiustificato di chiavi alterate e di grimaldelli di F.A., 21 anni, F.M., 26 anni, e di un 17enne, tutti residenti a Napoli.

I tre sono stati sorpresi dai militari dell’Arma mentre, a bordo di un’auto in loro uso, a fari spenti, accostavano con fare sospetto di fianco ad altri due mezzi parcheggiati in strada.

A seguito dell’immediato controllo e della perquisizione personale e veicolare sono stati trovati in possesso di un dispositivo interfaccia supporto “obd protocols”, modello ad100, usato per bypassare le centraline delle auto e metterle in moto, e di strumenti atti allo scasso quali due cacciaviti con manico in plastica, di un cacciavite a T opportunamente modificato allo scopo di scassinare il cilindro del bloccasterzo, e di una pendrive da 16 gb.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il contagio a Mondragone fa paura: i positivi salgono a 49

  • Pentito casertano si uccide in carcere

  • La ‘Dea bendata’ bacia il casertano: vinti 50mila euro al 10eLotto

  • Casalesi in Veneto, i figli pentiti dei boss testimoni con Zaia e Lamorgese

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

Torna su
CasertaNews è in caricamento