menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decine di colpi nei condomini, acciuffata la banda: in 3 nei guai

Per due persone si sono aperte le porte del carcere, per un terzo indagato l'obbligo di dimora

Sono accusati di aver messo a segno almeno 15 colpi nelle case, fra l'aprile del 2017 e il giugno 2018: arrestati 2 uomini di Afragola dalla Polizia della Questura di Caserta, che ha dato esecuzione ad un'ordinanza emessa dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Per il 31enne Ferdinando Celardo e il 44enne Domenico Taddeo si sono aperte le porte del carcere mentre per per il 47enne Domenico Iazzetta è arrivato il provvedimento di obbligo di dimora nel Comune di residenza. 

La polizia ha ricostruito una serie di furti (consumati o tentati) all'interno di alcuni garages tra la provincia di Caserta e Benevento. Le indagini sono partite da tre furti commessi a Caserta ai danni di altrettanti immobili tra il 20 e 21 aprile 2017. 

E' stato accertato che gli idnagati prima individuavano i box dei condomini, poi danneggiavano le porte dei box auto e poi portavano via tutto il materiale di valore presente. Rubati generi alimentari, capi d'abbigliamento, biciclette, attrezzi di lavoro e in una occasione anche un quad. 
Celardo dopo aver messo a segno il colpo aveva, in due occasioni, denunciato il furto dell'automobile con la quale aveva messo a segno il colpo. La falsa denuncia aveva come obiettivo quello di eludere le indagini della polizia giudiziaria. Sì perché in una occasione Celardo era riuscito a scappare lasciando però l'auto piena di refurtiva in seguito al blitz delle forze dell'ordine. 

Celardo e Taddeo sono stati rinchiusi nel carcere di Poggioreale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento