rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Aversa

Furbetti del cartellino, svolta al Riesame per dirigente e altri quattro

Annullata l'ordinanza per Gangi, Mastronardi, Rotunno, Pagano e Iorio. Revocato divieto di dimora

Ancora annullamenti al Riesame per i dipendenti comunali indagati nell'ambito dell'inchiesta della guardia di finanza sui furbetti del cartellino al comune di Aversa. 

Il collegio dell'ottava sezione del Tribunale delle Libertà - presidente Foschini, a latere Pepe e Purcaro - ha annullato l'ordinanza cautelare del gip Caterina Anna Arpino che aveva disposto il divieto di dimora ad Aversa nei confronti di diversi indagati. Potranno rientrare nella città normanna, dunque, il dirigente Giovanni Gangi e il funzionario Tommaso Mastronardi, entrambi difesi dall'avvocato Stefano Andreozzi. Stessa decisione per Filippo Rotunno e Vincenzo Pagano, difesi dall'avvocato Michele Cantelli. Annullamento totale dell'ordinanza anche per Angelo Iorio, difeso dall'avvocato Alfonso Quarto.

Nei giorni scorsi, il Riesame ha annullato l'ordinanza anche per Daniele Della Vecchia e Michele Faraone (difesi dall'avvocato Felice Belluomo), per il custode Giuseppe Nugnes (difeso dall'avvocato Rosario Capasso) e per il custode, oggi in pensione, Michele Cipullo. 

Revocata la misura anche nei confronti dell'unico dipendente finito agli arresti, Paolo Ruscigno (difeso dall'avvocato Maurizio Abbate) tornato completamente libero già in seguito all'interrogatorio di garanzia su disposizione dello stesso gip.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furbetti del cartellino, svolta al Riesame per dirigente e altri quattro

CasertaNews è in caricamento