rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Aversa

Furbetti del cartellino, dirigente e altri 3 tornano in servizio. In 5 restano sospesi

Il provvedimento della commissione disciplinare del Comune dopo l'inchiesta della guardia di finanza

Torneranno domani mattina in ufficio il dirigente Giovanni Gangi, il funzionario Tommaso Mastronardi, il geometra Angelo Iorio e la progettista d’ambito Carmela Giametta, mentre Giuseppe Nugnes, Vincenzo Pagano, Filippo Rotunno, Daniele Della Vecchia e Michele Faraone dovranno aspettare ancora qualche mese prima di poter rientrare in servizio in Comune.

Questi i risultati dei provvedimenti disciplinari emessi dall’ufficio composto dal segretario generale Giovanni di Schiano Collella, dalla dirigente Gemma Accardo e dalla funzionaria Rosa Mosca. A Gangi, Mastronardi, Iorio e Giametta è stato inflitto un mese di sospensione disciplinare per altro già scontato e per questo domani già potranno tornare a lavorare. Diversa, invece, la posizione del custode Nugnes a cui sono stati inflitti due mesi di sospensione (uno già scontato) e cinque mesi per Rotunno e Pagano (uno già scontato). Due, invece, i mesi di sospensione per i messi notificatori Della Vecchia e Faraone. Nai prossimi giorni si sapranno i risultati dell’ufficio provvedimenti disciplinari per Ruscigno (anche se in pensione) e Cristina Accardo (ancora non ascoltata).

Il provvedimento disciplinare

Il provvedimento disciplinare di sospensione cautelare dal servizio senza stipendio, fatto salvo il diritto all’assegno alimentare pari al 50% dello stesso, è stato notificato ai 12 dipendenti comunali colpiti dal divieto di dimora nel comune di Aversa, compresi Paolo Ruscigno e Michele Cipullo. Entrambi, sono due ex dipendenti del Comune di Aversa oggi in pensione. C’è anche una terza ex dipendente, oggi in servizio a tempo indeterminato presso un altro Ente, che è stata raggiunta da provvedimento disciplinare pur non lavorando più al Comune di Aversa. 

L’indagine sui ‘Furbetti del Cartellino’

Il provvedimento disciplinare si è reso necessario dopo che 22 dipendenti sono finiti nell’indagine della Guardia di finanza sui cosiddetti ‘Furbetti del Cartellino’. Lo scorso gennaio in 11 sono stati colpiti dal divieto di dimora ad Aversa ed uno, ovvero Paolo Ruscigno, colpito dagli arresti domiciliari. Il riesame, poi, per i messi notificatori Daniele Della Vecchia e Michele Faraone, difesi dall’avvocato Felice Belluomo, per il custode Giuseppe Nugnes, difeso dall’avvocato Rosario Capasso, per l’idraulico Vincenzo Pagano e per Filippo Rotunno, dipendente dell’ufficio legale, entrambi difesi dall'avvocato Michele Cantelli, ha emesso un’ordinanza di sostituzione della misura del divieto di dimora nel comune di Aversa con quella della sospensione temporanea dall'esercizio del pubblico servizio.

Annullamento totale per 7 indagati

Diversa, invece, la posizione del dirigente all’area Affari Generali Giovanni Gangi, del funzionario Tommaso Mastronardi e della coordinatrice dell'ambito Cristina Accardo, difesi dagli avvocati Stefano Andreozzi ed Eufrasia Cannolicchio, per i quali è stata annullata totalmente l’ordinanza cautelare così come per il custode, in pensione, Michele Cipullo. Era, invece, già stato scarcerato in sede di interrogatorio di garanzia Paolo Ruscigno, funzionario dell'area tecnica, al quale sono stati sequestrati poco più di novemila euro possibile provento della presunta truffa, dapprima agli arresti domiciliari, poi revocati tenuto conto che dal giugno scorso è in pensione. Revocata la misura cautelare con il divieto di dimora anche per Mariagrazia Chianese, difesa dall'avvocato Carlo Bianco, ed Angelo Iorio, difeso dall'avvocato Alfonso Quarto. A entrambi è stato contestato di avere timbrato tre volte, nell'arco di un anno e mezzo, per conto di un'altra collega afflitta da problemi di deambulazione.

Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati, Felice Belluomo, Maurizio Abbate, Michele Cantelli, Alfonso Quarto, Stefano Andreozzi, Rosario Capasso, Maria Capasso ed Eufrasia Cannolicchio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furbetti del cartellino, dirigente e altri 3 tornano in servizio. In 5 restano sospesi

CasertaNews è in caricamento