menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Le mani dei Casalesi sui carburanti: 45 misure cautelari e 71 denunce

Maxi operazione in sei province: 116 persone indagate per frode fiscale, intestazione fittizia di beni e società e truffa ai danni dello Stato

Dalle prime ore di questa mattina, nelle province di Caserta, Napoli, Salerno, Brescia, Cosenza e Taranto, i carabinieri del Comando provinciale di Salerno e i militari della guardia di finanza di Salerno e Taranto, stanno conducendo un'operazione coordinata dalle Direzioni Distrettuali Antimafia di Potenza e Lecce.

I militari stanno eseguendo due ordinanze applicative di misure cautelari personali e reali emesse dai rispettivi gip, nei confronti di 45 persone e denunciate ulteriori 71 persone, indagati per associazione per delinquere con l'aggravante del metodo mafioso, finalizzata alle frodi in materia di accise ed Iva sugli oli minerali, intestazione fittizia di beni e società, truffa ai danni dello Stato.

Le attività investigative hanno infatti dato modo di accertare l'infiltrazione del clan dei Casalesi e del clan Cicala nel lucroso mercato degli idrocarburi nei territori del Vallo di Diano e del tarantino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

Attualità

Il Comune installa gli autovelox. “Troppi incidenti”

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il violento impatto poi le fiamme, bilancio pesante: morto e feriti

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano in 24 ore ma ci sono 5 vittime

  • Cronaca

    Pizzo all'imprenditore, 2 arresti. "I soldi per Zagaria e 'ndrangheta"

  • Incidenti stradali

    Pasquale e Chiara tornano a casa dopo la tragedia in Toscana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento