Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Gricignano di Aversa

Mamma muore dopo il parto, i consulenti della Procura accusano i medici

La ragazza morta insieme a 2 gemellini che portava in grembo

Francesca Oliva

Martedì è stata celebrata una nuova udienza per il processo relativo all’omicidio colposo della povera Francesca Oliva di Gricignano d'Aversa, che morì insieme a due gemellini che portava in grembo. L'udienza si è tenuta davanti al giudice Roberta Carotenuto del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Sezione Penale Monocratica.

Sono stati sentiti i consulenti del pubblico ministero, il medico legale Luigi Barbato e l’anatomopatologo Gianfranco De Dominicis, che hanno ribadito il grave comportamento colposo, già espresso dal ginecologo Martinelli, nominato perito dal gip, dei medici dell’ospedale San Giuliano e della clinica Pineta Grande di Castel Volturno rispetto alla morte della povera Francesca, evidenziando la responsabilità dei medici della prima struttura del nosocomio giuglianese, che ebbe in cura la povera donna in una prima fase, anche per la morte di due dei tre gemelli. Con l’atto istruttorio di martedì è terminata l’escussione dei testi del pubblico ministero e della parte civile. Da febbraio inizieranno a sfilare i testi e i consulenti dei difensori degli imputati.

Il processo vede alla sbarra 14 medici delle due strutture sanitarie (Stefano Addeo, Renato Brembo, Gerardo Buonanno, Vincenzo Cacciapuoti, Gerardo Cardone, Giuseppe Ciccarelli, Giovanni De Carlo, Antonio Della Gala, Giuseppe Delle Donne, Pasquale Favale, Pietro Granata, Giuliano Grasso, Crescenzo Pezone ed Antonio Russo). Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Giuseppe Stellato, Claudio Sgambato, Giovanni Abbate. La parte civile è rappresentata dagli avvocati Raffaele Costanzo e Francesco Lettieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mamma muore dopo il parto, i consulenti della Procura accusano i medici

CasertaNews è in caricamento