menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le piante di marijuana

Le piante di marijuana

Dalle foto hot alle piante di marijuana, condanna soft per la coppia

Il giudice ha inflitto un anno a testa. La donna aveva denunciato l'amante per stalking ma i carabinieri trovarono sullo smartphone le foto della droga

Un anno a testa per la coppia di "amanti" di Casal di Principe accusati di spaccio di droga. Questa la sentenza pronunciata dal gup Saladino nei confronti di un 50enne e di una 33enne per i quali è stata anche revocata la misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. 

Il pubblico ministero aveva chiesto pene severissime, 6 anni per l'uomo e 3 anni e mezzo per la donna ma il giudice ha valutato favorevolmente le tesi dei difensori degli imputati, gli avvocati Mirella Baldascino e Gianfranco Carbone. 

La vicenda al centro del processo era del tutto singolare. La donna lo scorso mese di giugno si era recata presso la caserma dei carabinieri di San Cipriano d'Aversa per denunciare l'uomo con il quale aveva una relazione. In seguito ad una lite, infatti, il 50enne aveva stampato delle fotografie della donna in atteggiamenti sessualmente espliciti e le aveva affisse per il paese, anche nei pressi dell'abitazione di alcuni familiari della ragazza. 

La donna denunciò l'uomo per le stalking e come prova di tali condotte persecutorie diede ai carabinieri lo smartphone per estrapolare alcune conversazioni. Dalla visione dei messaggi, però emerse come i due amanti facessero uso di sostanze stupefacenti come hashish e marijuana e che avessero avviato una piccola produzione di marijuana da cedere, secondo gli inquirenti, a terzi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento