Focolaio a Mondragone, De Luca: “Contagi arrivati dalla Bulgaria"

Il governatore: “Stiamo isolando quelli che sono giunti da fuori Italia”

Il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca

“Su Mondragone come sempre abbiamo reagito in tempi immediati. Appena abbiamo avuto notizia del contagio di una donna di nazionalità bulgara, abbiamo messo in quarantena le palazzine e mobilitato le forze dell'ordine perché ci fosse un controllo rigoroso sulle persone messe in quarantena”. Lo ha affemrato il governatore della Campania Vincenzo De Luca parlando del nuovo focolaio di Covid-19 a Mondragone, dove l'area delle Palazzine Cirio è stata messa in quarantena in virtù di un'ordinanza regionale in vigore fino al prossimo 30 giugno. 

De Luca, a margine di un'iniziativa all'Ospedale del Mare, ha annunciato che nelle prossime settimane ci saranno ulteriori controlli "a tappeto sugli stagionali che vanno a lavorare nelle campagne soprattutto nei mesi di luglio e agosto". Molti di coloro che vivono nelle Palazzine Cirio sono infatti braccianti che arrivano a Mondragone esclusivamente per lavorare nelle stagioni di raccolta. "Stiamo facendo un lavoro rigoroso e impegnativo per isolare i contagi che sono arrivati dalla Bulgaria o da altre parti del mondo - assicura il presidente della Regione - ma come sempre siamo impegnati a garantire la serenita' delle nostre famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Lotta ai furbetti senza assicurazione e collaudo, ecco 4 telecamere | FOTO

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • La Campania può diventare 'zona arancione' nelle prossime 48 ore

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • La confessione del magistrato: "Volevo arrestare Maradona per un traffico di droga tra Caserta e Napoli"

Torna su
CasertaNews è in caricamento