Cronaca

Focolaio Covid in un palazzo: "Tanti giovani tra i 16 contagiati"

La maggior parte dei positivi tra i 7 e i 17 anni. Il sindaco: "Bisogna vaccinarsi"

"L'unico modo per uscire da questo maledetto incubo è vaccinarsi. Non abbiamo altri armi contro il Covid. Con l'Asl stiamo lavorando per garantire a tutti i nuovi positivi tutti i servizi essenziali. Speriamo di uscirne il prima possibile". Ad affermarlo è il sindaco di Teverola, Tommaso Barbato, che sta cercando di intervenire, insieme alle autorità sanitarie, nell'affrontare il focolaio che si è venuto a creare a Teverola. Nell'ultima settimana ci sono stati ben 16 nuovi positivi, un numero impressionante che ha fatto scattare l'allarme sia in Comune che all'Asl. 

Sono emersi contagi in 2 famiglie che abitano nello stesso palazzo, a dimostrazione del fatto che probabilmente c'è stato qualche 'contatto' che ha portato alla trasmissione del virus da una persona all'altra. La nota 'dolente' è quella che riguarda l'età dei contagiati. "Sono per la maggior parte ragazzi dai 7 ai 17 anni, e questi sono anche i contagi più pericolosi - dice il primo cittadino - perché sono tutti giovani che non si sono vaccinati e probabilmente sono anche gli stessi che si spostano da una città all'altra, magari non tenendo nemmeno troppo conto del distanziamento sociale oppure dell'uso della mascherina. Dobbiamo fare attenzione altrimenti non ne usciremo mai". 

Sono risultati contagiati anche alcuni genitori di questi ragazzi ma "fortunatamente non ci sono persone che presentano sintomi gravi - conclude il sindaco - o che hanno bisogno di essere ricoverati. Speriamo bene, mi auguro che prima possibile si possa tornare alla normalità e che questi giovani possano ritornare a divertirsi. Magari capendo bene che questo non è uno scherzo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Focolaio Covid in un palazzo: "Tanti giovani tra i 16 contagiati"

CasertaNews è in caricamento