rotate-mobile
Cronaca

Si fingono operatori delle Poste e raggirano una donna

Due incensurati di Napoli e Caserta sono stati denunciati

Due incensurati campani, un ventenne di Napoli e un 31enne di Caserta, sono stati denunciati in Sardegna per truffa e riciclaggio tramite la tecnica 'spoofing'. La vittima è una donna di 38 anni di Cagliari che l'estate scorsa si era rivolta ai carabinieri della stazione di Pirri per denunciare il raggiro.

Il più giovane dei due indagati il 21 giugno scorso si era spacciato per operatore di Poste Italiane: la donna aveva ricevuto un sms e poi una telefonata che l'aveva convinta a eseguire un bonifico a favore del truffatore, il quale le aveva fatto credere che il suo conto corrente fosse sul punto di essere bloccato.

Lo spoofing viene usato dai truffatori per falsificare informazioni, come l'identità del mittente di un messaggio che potrebbe essere attribuito all'utenza telefonica reale di un istituto bancario, com'è avvenuto in questo caso. I carabinieri, dopo mesi di indagini, sono risaliti ai presunti responsabili, che sono stati denunciati alla Procura di Cagliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingono operatori delle Poste e raggirano una donna

CasertaNews è in caricamento