rotate-mobile
Cronaca Casaluce

Chiuse le indagini su ex maresciallo dopo 5 denunce del parroco

Sequestrato anche il conto corrente su richiesta della Procura

I carabinieri della stazione di Teverola sequestrano il conto corrente bancario intestato ad un maresciallo in congedo della Guardia di Finanza di Casaluce che è sotto inchiesta dopo le denunce per stalking di ujn parroco dello stesso paese.

Il pubblico ministero del Tribunale di Napoli Nord, Francesco Persico, dopo 6 mesi di incessanti indagini, di acquisizione di documenti e dopo di aver disposto il sequestro del conto corrente intestato all’ex maresciallo in congedo della Guardia di Finanza gli ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Ora l’ex militare dovrà decidere se presentarsi dinanzi al magistrato cui é affidata l’indagine penale per essere sentito come indagato, accompagnato dal suo difensore, l’avvocato Alfonso Quarto oppure se attendere la fissazione dell’udienza preliminare e in quella sede difendersi.

Accolte, al momento, e tesi dei legali della persona offesa (Raffaele e Gaetano Crisileo), che, esasperato dai comportamenti continuamente vessatori depositava cinque querele. Le indagini venivano condotte dalla polizia giudiziaria presso la Procura unitamente al comando stazione carabinieri di Casaluce guidato dal maresciallo Adamo Scialdone. Ora sono ad una svolta decisiva. I reati contestati dalla procura della Repubblica normanna vanno dall’estorsione all’appropriazione indebita, dallo stalking e atti persecutori alla violenza privata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuse le indagini su ex maresciallo dopo 5 denunce del parroco

CasertaNews è in caricamento