rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Villa di Briano

Il fidanzato la lascia per la cugina, lei si vendica e lo denuncia per violenza sessuale

Dopo anni di processo, è emersa la verità: il ragazzo è stato scagionato

Lui la lascia per la cugina e lei si vendica denunciandolo di violenza sessuale, estorsione, atti persecutori, lesioni. Il giudice lo assolve. E' la vicenda che vede protagonista un tunisino di 32 anni, domiciliato a Villa di Briano, accusato di violenza sessuale, atti persecutori, minacce, lesioni personali ai danni dell'ex fidanzata di San Cipriano d'Aversa all'epoca dei fatti 14enne.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, tra il 2013 ed il 2014, l’allora 24enne enne si sarebbe reso responsabile di tali condotte che in sede dibattimentale, però, non hanno trovato riscontro. È quanto evidenziato dal difensore del tunisino naturalizzato italiano, l'avvocato Mirella Baldascino, dinanzi ai giudici della Seconda Sezione Penale del Tribunale di Napoli Nord in composizione collegiale presieduta da Giuseppe Cioffi con a latere Eugenio Troisi e Eleonora Iaccarino.

La difesa ha mostrato la non veridicità delle dichiarazioni rese dalla vittima con l'ammissione che si trattasse di una forma di vendetta giacché il suo ex l'aveva lasciata per la cugina. Dettagli che hanno fatto propendere i giudici per l'assoluzione dell’uomo a fronte di una richiesta di condanna formulata dal pm Stefania Faiella di 6 anni e 6 mesi di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il fidanzato la lascia per la cugina, lei si vendica e lo denuncia per violenza sessuale

CasertaNews è in caricamento