Cronaca

Avvocato pressato per i risarcimenti: "Se prende un euro lo canto e lo faccio arrestare"

Ramaglia complice dei fratelli Palmiero per le frodi alle assicurazioni per i falsi sinistri

Amore e falsi sinistri. E dopo la complicità nel truffare le assicurazioni dopo la fine del matrimonio la guerra tra marito e moglie si fa sui risarcimenti. Emerge dalle intercettazioni dell'inchiesta che ha portato a 6 arresti mentre altre 21 persone sono indagate a piede libero. 

Protagonisti sono Rosa Palmiero, 39enne residente a Bellona finita ai domiciliari, ed il suo ex marito Salvatore Tavano (indagato a piede libero). E nella guerra non si fanno sconti a nessuno, nemmeno ai complici. "Qualsiasi soldo arriva tutto a me ... come ci dai un euro a lui ti canto e ti faccio arrestare io". Sarebbero state queste le parole di Palmiero all'avvocato Gianluigi Ramaglia (anche lui destinatario della misura cautelare eseguita dai carabinieri). Insomma, la donna si dice disposta a pagare in prima persona pur di non far ricevere soldi all'ex marito. 

E le intercettazioni svelano i rapporti tra l'avvocato Ramaglia e Rosa Palmiero che faceva da traid d'union tra suo fratello Simmaco (finito in carcere) ed il legale per la gestione di pratiche. Per il gip le dichiarazioni di Rosa Palmiero sono rappresentano una "confessione inconsapevole" dei legami criminali finalizzati alla commissione di truffe in danno delle assicurazioni che coinvolgono anche il legale. E Ramaglia compare anche in un'altra conversazione, di cui stavolta è protagonista e che lo incastra, secondo gli inquirenti. "Domani ti faccio portare l'assegno, tu poi a pensiero tuo mi porti cento euro a me", riferisce il legale a Rosa Palmiero riferendosi ad un'altra pratica. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvocato pressato per i risarcimenti: "Se prende un euro lo canto e lo faccio arrestare"

CasertaNews è in caricamento