menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sentenza pronunciata in tribunale

La sentenza pronunciata in tribunale

False assunzioni per truffare l'Inps: 2 condannati

Call center creati ad hoc per ottenere gli assegni di disoccupazione

Call center creati ad hoc per ottenere il sostegno alla disoccupazione da parte dell'Inps. Arriva la condanna per Fabio Martino De Carles, 22 anni di Capua, ed Anthony Concu, 32 anni di Santa Maria la Fossa. 

La sentenza di primo grado è stata pronunciata dai giudici della terza sezione (Collegio B) del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presieduta dal giudice Luciana Crisci, che ha inflitto 4 anni e 5 mesi per Martino De Carles e 4 anni e 5 mesi per Concu. Per entrambi i giudici hanno escluso il reato associativo condannandoli esclusivamente per i reati fine, le truffe all'Inps appunto. Nel collegio difensivo sono stati impegnati gli avvocati Giuseppe Stellato, Eduardo Razzino e Claudio Sgambato. 

Secondo l'accusa i due, insieme con altre persone che hanno definito la loro posizione con rito abbreviato, avrebbero costituito imprese, in realtà inesistenti, presso le quali risultavano -contrariamente al vero - assunti lavoratori poi licenziati. Grazie al tale artificio fraudolento, il decorso - sia pure fittizio - di un periodo di tempo, quale lavoratore assunto alle dipendenze dell'impresa, era sufficiente a far maturare l'indennità di sostegno alla disoccupazione da parte dell'Inps.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

AstraDay, prenotazioni ‘accavallate’: l’Asl cambia gli orari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento