Cronaca

Mazzata della Corte dei Conti: buco da 2,7 milioni contestato a ex sindaci ed assessori

Gli ex amministratori di Aversa nel mirino per la mancata riscossione dei canoni per gli alloggi di San Lorenzo

La protesta sotto il Comune degli occupanti abusivi delle case di via San Lorenzo

Un terremoto politico-giudiziario colpisce Aversa a pochi giorni dal ballottaggio del 9 giugno. La Corte dei Conti della Campania indaga infatti due ex sindaci, due ex assessori e tre dirigenti per danno erariale in merito alla mancata riscossione dei canoni dagli occupanti degli alloggi comunali di via San Lorenzo.

Per la Procura contabile ci sarebbe infatti un buco erariale da circa 2,7 milioni di euro (solo per il periodo dal 2009 al 2013, anche se l'indagine è continuata fino agli ultimi mesi del 2019) per la cattiva gestione dei 136 alloggi comunali, quasi tutti abusivamente occupati e per i quali il Comune non si sarebbe mai impegnato nel recupero delle somme mai pagate o nel liberare gli alloggi.

GLI AMMINISTRATORI INCASTRATI DA UN INCARICO LEGALE

Un invito a dedurre è stato notificato in questi giorni agli ex sindaci Domenico Ciaramella (per 501.143 euro) ed Enrico De Cristofaro (per 301.142 euro). Nel mirino inoltre gli ex assessori Romilda Balivo (per 301.142 euro), e Nicla Virgilio (per 301.142 euro), oltre ai dirigenti Florio Elio (per 451.142 euro), Alessandro Diana (per 591.142 euro) e Stefano Guarino (per 251.142 euro).

Dagli atti dell'indagine è emerso comunque un lavoro effettuato negli ultimi 2-3 anni fa parte del dirigente Guarino per cercare di ricostruire tutto l'incartamento relativo alle case di San Lorenzo, intimando infine il pagamento dei canoni pregressi a cui sono seguiti gli sfratti.

Negli ultimi giorni da sindaco di Enrico De Cristofaro i residenti delle palazzine di via San Lorenzo inscenarono anche una protesta sotto il Comune di Aversa per chiedere lo stop agli sfratti, con le pratiche che erano già partite nelle case popolari del quartiere.

Laconico il commento dell'ex sindaco Domenico Ciaramella: "E' una grossa delusione, ma parlerò con gli avvocati e chiariremo tutto. Dico solo ai due candidati sindaci che sono in campo per il ballottaggio di stare molto attenti perché fare il sindaco e' molto complicato e delicato"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mazzata della Corte dei Conti: buco da 2,7 milioni contestato a ex sindaci ed assessori

CasertaNews è in caricamento