Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca Orta di Atella

Evade imposte per oltre 230mila euro, imprenditore assolto: "Ha pagato i dipendenti"

L'uomo ha omesso di versare le tasse in un momento di difficoltà economica

Un imprenditore di Orta di Atella è stato assolto dall'accusa di aver omesso di versare ritenute per importi superiori a 230mila euro. Lo ha deciso il giudice Fabrizio Forte del tribunale di Napoli Nord. 

Secondo l'accusa, l'imputato 54enne, in qualità di legale rappresentante di una società, avrebbe omesso il versamento, nei termini di legge, delle ritenute risultanti dalla certificazione rilasciata ai sostituti d'imposta per l'anno 2018. Un'evasione da 232mila euro, per la quale il pubblico ministero aveva invocato la condanna a 1 anno e 8 mesi di reclusione, a margine della requisitoria pronunciata nel corso del processo celebrato con il rito abbreviato.

Nella sua arringa, invece, il difensore del 54enne, l'avvocato Mirella Baldascino, ha sostenuto che il proprio assistito aveva avuto problemi finanziari e avrebbe preferito pagare i propri dipendenti piuttosto che le imposte. In questo modo avrebbe garantito il diritto al lavoro dei propri operai. Argomentazioni che hanno fatto breccia nel giudice che ha assolto l'imprenditore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade imposte per oltre 230mila euro, imprenditore assolto: "Ha pagato i dipendenti"
CasertaNews è in caricamento