Evasione nelle cliniche private, sequestrato tesoretto da 425mila euro

Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha disposto la misura cautelare reale nei confronti della Carsic

Gli accertamenti svolti dalla Guardia di Finanza

Sotto chiave un tesoretto da 425mila euro della società Carsic, di Caserta, operante nel settore della gestione di cliniche private, di cui è legale rappresentante E. C

Il sequestro, decretato dal gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della Procura della Repubblica, è stato disposto in seguito ad una denuncia dell'Agenzia delle Entrate che ha contestato l'omesso versamento di ritenute per l'anno d'imposta 2015.

Considerato l'elevato valore indiziario la Procura ha richiesto, ed ottenuto, la misura cautelare reale del patrimonio illecitamente accumulato, al fine di inibire il consolidamento del vantaggio economico derivante dall'evasione. Per questo sono state messe sotto chiave le disponibilità liquide e, per equivalente, i beni nella disponibilità dell'imprenditore, fino al raggiungimento della somma evasa. I successivi accertamenti della Guardia di Finanza di Caserta hanno consentito di individuare, infatti, ingenti disponibilità finanziarie sui conti correnti societari. 

L'indagine testimonia il costante presidio economico-finanziario esercitato dalla Procura, in sinergia con le Fiamme Gialle e l'Agenzia delle Entrate, per la repressione del fenomeno dell'evasione fiscale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

Torna su
CasertaNews è in caricamento