rotate-mobile
Cronaca Macerata Campania

Evade dai domiciliari per un caffè con la fidanzata: svolta per affiliato

Fisio sorpreso dai carabinieri in strada. Il giudice lo rispedisce agli arresti in casa

Rimesso ai domiciliari per l'ennesima evasione. È quanto stabilito dalla Terza Sezione Penale del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere presieduta dal giudice Valerio Riello nei confronti di Giuseppe Fisio, 47enne affiliato al clan Belforte - Menditti, tratto in arresto dai carabinieri della stazione di Macerata Campania per evasione.

È stato sorpreso al bar di Corso Italia, a Macerata Campania, mentre era intento a sorseggiare un caffè in compagnia della fidanzata. Fisio stava scontando in regime di detenzione domiciliare una condanna di 3 anni di reclusione per una estorsione compiuta ai danni di Mario Bifone, fratello del pentito Antonio Bifone. In sede di rito direttissimo, assistito dal legale Giuseppe De Lucia, per Fisio è stata disposta nuovamente la detenzione domiciliare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari per un caffè con la fidanzata: svolta per affiliato

CasertaNews è in caricamento