menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Blitz dell'ispettorato centrale Repressione Frodi della Campania

Blitz dell'ispettorato centrale Repressione Frodi della Campania

Etichette irregolari, sequestrate 1100 confezioni di "petto di tacchino"

Il prodotto di un'azienda casertana nel mirino dell'ispettorato Repressione Frodi

Sequestrate 1100 confezioni di tacchino che presentavano un'etichetta irregolare. E' questo il risultato di un blitz dell'ispettorato centrale Repressione Frodi della Campania a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, e riguardante i prodotti di un'azienda con sede legale nel casertano

Secondo quanto emerso, sull'etichetta del prodotto veniva indicato genericamente "petto di tacchino" pur trattandosi, in realtà, di una preparazione alimentare, sì a base sì di petto di tacchino, ma con l'aggiunta di altri ingredienti, come impanature o additivi vari. Insomma, mancavano le necessarie informazioni al consumatore su quanto effettivamente contenuto dalle confezioni con possibili rischi per la salute, ad esempio riguardo gli allergeni. La merce, dal valore di 1300 euro, è stata sottoposta a sequestro amministrativo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento