rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022

Pizzo a imprenditori e commercianti, sgominato il nuovo clan | VIDEO

Rappresentavano il potere camorristico sul territorio dell’agro maddalonese/sanfeliciano. Con l’accusa di associazione per delinquere di tipo mafioso ed estorsione aggravata sono finite in manette questa mattina cinque persone, raggiunte della misura cautelare in carcere eseguita dai carabinieri di Maddaloni.

I cinque (Vincenzo Carfora, Barbato Vincenzo Iannucci, Michele Lettieri, Enzo Ruotolo, Giovannina Sgambato) avevano messo in piedi un’organizzazione camorristica attiva sul territorio casertano, nei comuni di San Felice a Cancello e Santa Maria a Vico in particolare, e in alcuni comuni della Valle Caudina, quale Forchia (Bn), Arpaia (Bn) e Paolisi (Bn), costola dello storico “clan Massaro”, scompaginato a seguito di una serie di arresti e conseguente scelta collaborativa maturata dai suoi principali elementi verticistici.

La banda, promossa e diretta da Michele Lettieri e Giovannina Sgambato, era riuscita a mettere a segno diversi episodi estorsivi ai danni di imprenditori e operatori commerciali. Il gruppo, secondo gli inquirenti, aveva rivitalizzato l’egemonia e il controllo camorristico nella Valle di Suessola, oltre ad aver a tal fine intrattenuto legami con il clan “Pagnozzi” attivo nella confinante Valle Caudina, perfettamente in linea a quanto succedeva in passato sotto la reggenza Massaro, con particolare riferimento alla definizione dei rispettivi ambiti territoriali di competenza.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Pizzo a imprenditori e commercianti, sgominato il nuovo clan | VIDEO

CasertaNews è in caricamento