rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca San Cipriano d'Aversa

Estorsioni dei Casalesi in ospedale, processo per l'ex boss ed altri 3

Fissata l'udienza preliminare per Antonio Iovine, Lanza, Cerullo e Verde: mensa e pulizia nel mirino degli esattori del clan

Non solo la gestione diretta dell'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano. Il clan dei Casalesi avrebbe anche taglieggiato le ditte, che si occupavano dei servizi mensa e pulizia, che non erano vicine alla cosca.

E' quanto riferisce Cronache di Caserta che parla dell'inchiesta per la quale il pm Ranieri della Dda ha chiesto ed ottenuto il giudizio per l'ex boss Antonio Iovine, oggi collaboratore di giustizia, per Bruno Lanza, anch'egli collaboratore di giustizia, per Antonio Cerullo di San Cipriano d'Aversa e Salvatore Verde di Casapesenna. L'udienza preliminare è in programma alla fine di settembre.

Secondo quanto ricostruito dai magistrati dell'Antimafia partenopea la ditta che si occupava della ristorazione dei degenti e della mensa del personale 30mila euro per 5 anni, dal 2005 al 2010. Stessa richiesta fatta ad una ditta che tra il 2003 ed il 2010 svolgeva il servizio pulizia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni dei Casalesi in ospedale, processo per l'ex boss ed altri 3

CasertaNews è in caricamento