Chieste 4 condanne per le estorsioni ai commercianti

Imponevano i gadget di Natale. La Dda 'aiutata' da un pentito

Ventiquattro anni di carcere sono stati chiesti per quattro imputati considerati dagli inquirenti esponenti del clan Mazzara di Cesa. Come riporta Cronache di Caserta, la Dda ha chiesto 8 anni per Luca Scarano, sette anni per Santo Riccio, 6 anni per Aniello Pecovela, tre anni per Tammaro Scarano (collaboratore di giustizia). Secondo la ricostruzione della Dda di Napoli i quattro avrebbero imposto le estorsioni ai commercianti di Cesa tramite l'imposizione dei gadget da regalare nei periodi di festa, soprattutto a Natale. Importanti, per svelare i retroscena, le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Tammaro Scarano che ha aiutato gli inquirenti a delineare il quadro investigativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

  • Ragazza muore ad appena 26 anni: gli amici sotto choc

Torna su
CasertaNews è in caricamento