Estorsioni del clan, 3 condanne e 2 assoluzioni

Sette anni a testa per Iorio e Puocci, 3 anni e mezzo per Lattanzio. Assolti Belloro e Parisi che torna libero

La posizione di Corrado De Luca è stata stralciata

Tre condanne e due assoluzioni. Questa la sentenza pronunciata dai giudici della seconda sezione penale del tribunale di Napoli Nord (presidente Domenica Miele) nei confronti di 5 persone accusate, a vario titolo, di estorsione e violenza privata, reati commessi con l'aggravante mafiosa, in particolare per aver favorito la consorteria guidata da Corrado De Luca, braccio destro dell'ex boss Antonio Iovine (oggi collaboratore di giustizia) e ritenuto al vertice della camorra Casalese, la cui posizione è stata stralciata. 

Le condanne

I giudici hanno inflitto 7 anni a testa per Casere Puocci, alias 'o fioraio, 60enne di Casal di Principe, e Luigi Iorio, 58enne di San Cipriano, detto trentatrè. Tre anni e 6 mesi la pena inflitta ad Emiliano Lattanzio, 35enne di San Cipriano d'Aversa. Secondo l'accusa Puocci e Iorio avrebbero costretto un imprenditore a versare somme di denaro con la minaccia derivante dalla forza intimidatrice del clan. I tre imputati erano difesi dagli avvocati Alessandro e Pasquale Diana, Carlo De Stavola, Elisabetta Carfora, Paolo Caterino.

Assolto testimone di Geova

Diversa sorte è toccata agli altri due imputati. Il giudice ha assolto per non aver commesso il fatto Antonio Belloro (nella foto in basso). Secondo l'accusa iniziale Belloro, difeso dall'avvocato Umberto Elia, vicino di casa del boss Corrado De Luca, avrebbe ospitato in casa sua un incontro tra De Luca e due persone di San Cipriano d'Aversa che avrebbero vantato un credito nei confronti di un vigile urbano.

belloro antonio-2

Addirittura, secondo un testimone, Belloro, testimone di Geova e molto noto a San Cipriano d'Aversa per la sua attività religiosa, avrebbe fatto da "palo" fuori la sua abitazione durante il vertice. Una tesi che è crollata in dibattimento al punto che la stessa procura aveva invocato l'assoluzione che puntualmente è arrivata. 

Parisi assolto e scarcerato

Assoluzione ed immediata scarcerazione, infine, per Vincenzo Parisi, 32 anni di Qualiano. Era accusato di aver costretto una persona a pagare il noleggio di un'autovettura ed a corrispondergli somme di denaro. Nel corso del processo sono emerse tutte le contraddizioni da parte della persona offesa che ha addirittura ammesso di aver avuto rapporti di frequentazione con Parisi, per il quale il pm della Dda, Simona Belluccio, aveva addirittura chiesto una condanna a 12 anni di reclusione. I giudici, però, hanno accolto le tesi dei difensori, gli avvocati Lino Mascia ed Olindo Cazzolla, che hanno dimostrato l'estraneità del loro assistito ai fatti contestati. Parisi, in carcere da oltre 2 anni, è stato contestualmente all'assoluzione liberato dai giudici. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SPECIALE REGIONALI E' ufficiale: Grimaldi eletto. Nel nuovo consiglio regionale ben 5 uscenti

  • SPECIALE MARCIANISE Abbate sfiora i 9mila voti, Velardi a contatto. Alessandro Tartaglione all11%

  • I contagi aumentano ancora. Caserta supera Aversa: è la città con più positivi

  • SPECIALE SANTA MARIA A VICO Tutti i voti e i nuovi consiglieri comunali

  • Terremoto a 24 ore dalle elezioni. Candidato sindaco indagato per voto di scambio: "Accuse da mitomani"

  • SPECIALE ELEZIONI Graziano trascina il Pd ad Aversa. De Cristofaro supera i 1900 voti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento