rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Aversa

Pizzo di Ferragosto: due condanne ed un rinvio a giudizio

Il gup ha inflitto 7anni e 4 mesi in abbreviato per Pezzella e Barbato. Rinvio a giudizio per Diana

Due condanne ed un rinvio a giudizio. Sette anni e 4 mesi di reclusione per Nicola Pezzella, alias Palummiello, e Antonio Barbato; rinvio a giudizio per Giuseppe Diana, alias ‘o ciuciar’. E’ quanto stabilito dal gup Isabella Iaselli del tribunale di Napoli nei confronti di 3 imputati coinvolti nell'inchiesta della Squadra Mobile della Questura di Caserta coordinati dalla Dda di Napoli su una estorsione ad imprenditore di Quarto per gli "amici di Casale".

Lo scorso Ferragosto Antonio Barbato, Nicola Pezzella e Giuseppe Diana, sono stati destinatari di un fermo a firma del Sostituto Procuratore Roberto Patscot della Dda partenopea per estorsione aggravata dal metodo mafioso, poiché avrebbero richiesto ad un imprenditore edile nel ramo delle costruzioni residenziali di Quarto - che stava effettuando lavori in via Giotto ad Aversa - di "mettersi a posto con gli amici di Casale".

All'imprenditore venne chiesta una somma tra i 15mila ed i 20mila euro, poi scesa a 8mila euro grazie allo sconto concessogli da Nicola Pezzella. La cifra estorsiva accordata alla vittima fu versata dalla stessa in due rate a distanza di 15 giorni. Secondo la ricostruzione della Dda partenopea Barbato avrebbe partecipato al primo di quegli incontri ma non proferì parola. La vittima in sede di denuncia riconobbe però i tre estorsori. Le dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Vincenzo D'Angelo e Antonio Lanza hanno confermato il ruolo apicale assunto da Pezzella nel gruppo Schiavone del clan dei Casalesi. Elementi che hanno poi portato all'operazione della Squadra Mobile.

Per Barbato e Pezzella il magistrato antimafia ha richiesto 10 anni di reclusione ma il giudice ha inflitto una pena inferiore, Diana invece sarà processato dinanzi alla Seconda Sezione Penale del tribunale di Napoli Nord.

Nella difesa sono impegnati gli avvocati Luigi Poziello, Giovanni Cantelli, Danilo Di Cecco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzo di Ferragosto: due condanne ed un rinvio a giudizio

CasertaNews è in caricamento