Estorsioni della camorra: 6 condanne definitive per "nuovo" gruppo Bidognetti

Inammissibili i ricorsi in Cassazione. Avevano reclutato vecchi esponenti dei Belforte

Gaetano Cerci

Confermate le condanne comminate dalla Corte d'Appello nei confronti di 6 esponenti del clan dei Casalesi, fazione Bidognetti, che avrebbe dato vita ad un nuovo cartello criminale da Castel Volturno a San Nicola la Strada. La Corte di Cassazione ha dichiarato l'inammissibilità dei ricorsi.

Diventa, dunque, definitivo il verdetto pronunciato circa un anno fa dai giudici partenopei che avevano inflitto: 9 anni per Ernesto Caprio di Casal di Principe, 13 anni per Gaetano Cerci di Casal di Principe, 13 anni per Gabriele Cioffi di San Nicola la Strada, 11 anni a Carmine Micillo di Castel Volturno, 16 anni per Dionigi Pacifico, 8 anni e 6 mesi per Americo Quadrano di Castel Volturno.

L’inchiesta in cui erano stati coinvolti riguardava una serie di estorsioni, tra cui quelle ai danni di un caseificio. Le indagini condotte dalla Questura d Caserta hanno dimostrato come il gruppo Bidognetti abbia reclutato alcuni esponenti del clan Belforte di Marcianise per riscuotere il pizzo nel litorale domizio. Nel collegio difensivo sono stati impegnati, tra gli altri, gli avvocati Nello Sgambato, Mirella Baldascino, Angelo Raucci, Nando Letizia, Nicola Quatrano e Michele Basile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

Torna su
CasertaNews è in caricamento