rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Casapesenna

Tangente a manager per conto dei 'Casalesi', scarcerato dopo la condanna

Accolta la richiesta dell'avvocato di concedere gli arresti domiciliari

Scarcerato Luigi Del Villano di Casapesenna. La Corte di Appello di Napoli ha accolto la richiesta di arresti domiciliari, presentata dal suo legale Domenico Della Gatta. Era stato arrestato il 10 maggio scorso e condannato poi, per estorsione aggravata dal metodo mafioso, ai danni di un imprenditore di Cellole.

Secondo la ricostruzione del pubblico ministero, confermata dalla persona offesa, avrebbe preteso soldi, per conto del Clan dei Casalesi, fazione Zagaria, sui lavori edili che, la stessa, stava eseguendo in Cellole ed in provincia di Frosinone. A dire della vittima, Del Villano, nel richiedere la tangente, utilizzava una pistola simile a quella in uso alle forze dell’ordine. Alla richiesta estorsiva avrebbe partecipato un complice, di origini calabresi. Tuttavia Del Villano ha sempre respinto le accuse, sostenendo che la sua richiesta era legata ad un recupero credito, attraverso, non un “metodo mafioso” piuttosto che ad un “metodo nervoso”. La Corte di Appello di Napoli intanto riduceva la condanna a tre e sei mesi rispetto ai 5 anni e cinque mesi inflitti in primo grado, concedendo così gli arresti domiciliari per Del Villano di Casapesenna.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangente a manager per conto dei 'Casalesi', scarcerato dopo la condanna

CasertaNews è in caricamento