CAMORRA Imprenditore paga 10mila euro di pizzo per le case al mare

Il retroscena dell'inchiesta che ha portato all'arresto dei due emisssari della 'Nuova gerarchia dei Casalesi'

I soldi destinati alla ‘Nuova gerarchia dei Casalesi’ pagati in due rate da 10mila euro complessivi. È questo il pizzo che si è visto costretto a pagare un imprenditore edile per poter costruire un condominio a Baia Domizia. Il dettaglio emerge dall’indagine dei carabinieri del Gruppo di Aversa, guidati dal tenente colonnello D’Amato, che hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Mario Fazzone e Francesco Pugliese, di Capua e Mugnano.

IL BLITZ DEI CARABINIERI

I due affiliati al clan sono stati arrestati a Scauri, nel basso Lazio, dove la ‘Nuova gerarchia dei Casalesi’ sta prendendo piede. Un blitz che si inquadra nella vasta operazione condotta dai carabinieri nel gennaio 2017, quando finirono in manette un grosso numero di affiliati che seminarono il panico con attentati dinamitardi a Parete.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le richieste estorsive sono state confermate dalla vittima, messa di fronte alle prove già raccolte nell’ambito dell’attività tecnico-investigativa dei carabinieri. In particolare è emerso che Fazzone e Pugliese avevano il compito di individuare la vittima e di ‘presentarla’ al referente del clan, Massimo Perrone, detto ‘o Parente’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Treno deragliato, chiuso un tratto dell'A1. Automobilisti 'sequestrati' in autostrada

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Il compagno di scuola pentito: "Autorizzato a spacciare con una mia lettera"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento