Cronaca

Esce dal carcere e minaccia i genitori per soldi: condannato

Era stato arrestato in precedenza per i maltrattamenti durante il lockdown. Il giudice ha inflitto 3 anni

Condannato per i maltrattamenti in famiglia

Era finito in carcere per estorsione e maltrattamenti ai danni dei genitori durante il lockdown. Appena lasciata la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, con divieto di avvicinamento alle persone offese, si recò nuovamente sotto casa dei familiari, minacciandoli ed aggredendoli di nuovo. A distanza di circa 5 mesi dall'arresto è arrivata la condanna a 3 anni per A.M., 32 anni di Casagiove.

L'uomo era chiamato a rispondere dinanzi al gup Orazio Rossi del tribunale di Santa Maria Capua Vetere di  estorsione, violenza a carico dei familiari, maltrattamenti in famiglia e violazione degli obblighi imposti dal Giudice in sede di misura cautelare. 

Le condotte, sfociate nel primo arresto, erano iniziate dallo scorso mese di aprile, in pieno lockdown. Minacce e violenze che avevano spinto i genitori, ormai esasperati dalle continue richieste di denaro, a rivolgersi alle forze dell'ordine. Dopo 3 giorni dall'arresto la misura in carcere venne sostituita con quella meno afflittiva del divieto di avvicinamento alle persone offese ed ai luoghi da loro frequentati. Dopo l'apertura delle porte della casa circondariale, però, il 32enne si recò nuovamente a casa, minacciando i genitori e venendo nuovamente arrestato.

Rischiava una pena severissima considerando la gravità dei reati per i quali era imputato. Il giudice Rossi, però, anche in considerazione del rito abbreviato e della linea difensiva adottata dall'avvocato Angelo Librace, ha inflitto una condanna ridotta. La motivazione ora si attende tra 90 giorni.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce dal carcere e minaccia i genitori per soldi: condannato

CasertaNews è in caricamento