Regionali 2020. L'appalto milionario per le schede elettorali deciso dal Tar

Ci sono da stampare circa 5 milioni di schede per settembre

Il Tar Campania ha sbloccato l’affidamento della stampa delle schede elettorali per le elezioni regionali in Campania. Il lavoro era stato affidato alla Grafica Metelliana Spa per un importo di circa un milione di euro, ma la determina era stata impugnata dall’Azienda Commerciale Meridionale (ACM Spa) davanti al Tar Campania.

Nei giorni scorsi la Terza Sezione del tribunale amministrativo di Napoli (Anna Pappalardo Presidente, Vincenzo Cernese Consigliere e Gabriella Caprini estensore) hanno respinto il ricorso, confermando quindi l’affidamento alla Grafica Metelliana. Il ricorso era stato basato sia sulla contestazione dei punteggi concessi dalla commissione sia per i dubbi legati ai bilanci dichiarati e ad una parte della documentazione consegnata per partecipare alla gara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In totale saranno circa 5 milioni le schede elettorali che dovranno essere stampate, più della metà relative alle province di Napoli e Caserta. I giudici amministrativi hanno però inteso respingere tutte le contestazioni presentate dalla ricorrente ed hanno confermato l’affidamento dell’appalto della Regione Campania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vinto un milione di euro nel casertano

  • Zona rossa, nuova ordinanza del sindaco: "Vietato circolare in auto ed a piedi nella zona urbana"

  • Il contagio dilaga nel casertano: 4 morti e 576 nuovi casi. Positivo un tampone su 3

  • Caserta piange altre 4 vittime ricoverate col coronavirus. Balzo dei contagi: altri 430 positivi

  • Avvocato multato per aver violato la "zona rossa"

  • De Luca firma un'altra ordinanza dopo il DPCM di Conte: aperti solo nido e asili, Elementari e Medie con la Dad

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento