rotate-mobile
Cronaca Castel Volturno

Piazza di spaccio: il Riesame scarcera un indagato

Per il 51enne D'Antonio sono stati disposti i domiciliari

Arresti domiciliari per Antonio D’Antonio, 51enne di Castel Volturno coinvolto nella maxi operazione anti droga dei carabinieri della compagnia di Capua per la piazza di spaccio di Sparanise e numerose città dell'Agro Caleno.

E’ quanto stabilito dalla Dodicesima sezione del Riesame del tribunale di Napoli che ha accolto l'istanza del legale del 51enne castellano, l'avvocato Ferdinando Letizia, disponendo la sostituzione della misura custodiale del carcere con quella degli arresti domiciliari.

Antonio D'Antonio è uno dei 16 destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Alessandra Grammatica del tribunale di Santa Maria Capua Vetere ed eseguita dal carabinieri della compagnia di Capua poiché ritenuti responsabili di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti in concorso.

Le indagini hanno permesso di disvelare come gli indagati si approvvigionavano dello stupefacente dalle piazze i spaccio di Capua,Caivano e Castel Volturno per poi piazzarlo a Sparanise. Gli accordi con gli acquirenti mediante linguaggio criptato avvenivano tramite WhatsApp. In alcuni casi gli incontri avvenivano nella piazza di Sparanise o nei nascondigli escogitati da uno degli indagati per eludere i controlli. Lo stupefacente infatti veniva nascosto in vasi di fiori e dietro la cartellonistica stradale mediante l'ausilio di calamite.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza di spaccio: il Riesame scarcera un indagato

CasertaNews è in caricamento