Cronaca Cesa

Spaccio di droga, donna ai domiciliari dopo la condanna

Milone esce dal penitenziario di Messina. Coinvolta nell'inchiesta sulla droga dell'area atellana

La XII sezione del Tribunale di Napoli (Collegio D) ha disposto l’attenuazione della misura cautelare per Angelina Milone, 47enne di Cesa coinvolta nell’indagine sulle piazze di spaccio dell’agro atellano.

Milone, attualmente detenuta presso il carcere di Messina, è stata posta ai domiciliari presso l’abitazione del cognato in Abruzzo. E’ stata accolta, dunque, l’istanza dei difensori della donna, gli avvocati Mirella Baldascino e Vincenzo Guida, sulla non necessità della detenzione carceraria in attesa della definizione del giudizio di appello pendente presso la Corte di Appello di Napoli, essendosi attenuate le esigenze cautelari.

La 47enne era stata posta in carcere lo scorso ottobre ed è stata condannata all’esito del giudizio di primo grado ad una pena di 7 anni ed 8 mesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga, donna ai domiciliari dopo la condanna

CasertaNews è in caricamento