Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Scacco alla camorra: sequestrati 145 kg di droga nel 2020, 46 denunciati per riciclaggio

La Guardia di Finanza ha anche confiscato beni per oltre 36 milioni di euro in un anno

(foto di repertorio)

Scacco alla camorra nel casertano. La Guardia di Finanza, nel corso del 2020, ha contrastato ogni forma di infiltrazione, così come gli interessi finanziari, economici e imprenditoriali della criminalità organizzata ed economico-finanziaria. Un attività di rilevanza assoluta nello scenario che va a profilarsi, contraddistinto dall’urgente necessità di tutelare la sicurezza economico-finanziaria a salvaguardia del “sistema Paese” nella delicata fase post emergenza Covid. In quest’ottica, si è proseguito nell’opera di rafforzamento dello sviluppo degli accertamenti patrimoniali in applicazione della normativa antimafia, anche nei confronti di soggetti connotati da “pericolosità economico-finanziaria”, ed il monitoraggio delle diverse manifestazioni della criminalità nel territorio di riferimento, includendo la cosiddetta “area grigia”, rappresentata da soggetti che, pur non organici alle consorterie, si propongono quali facilitatori della penetrazione criminale nel tessuto socio-economico.

Confische per oltre 36 milioni di euro

In particolare, nel corso del 2020, sono stati eseguiti 32 accertamenti finalizzati all’applicazione di misure patrimoniali che hanno interessato 287 soggetti (di cui 190 persone fisiche e 97 persone giuridiche), a seguito delle quali sono state avanzate proposte di sequestro alle competenti autorità giudiziarie per oltre 60 milioni di euro. Sempre nello stesso periodo, sono stati sottoposti a confisca beni per un valore di oltre 36 milioni di euro. Al contempo, sono stati eseguiti 1.291 accertamenti a seguito di richieste pervenute dai Prefetti della Repubblica, la maggior parte dei quali riferiti alle verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia.

Le denunce per riciclaggio

Altrettanto significativa l’azione volta alla prevenzione e repressione del riciclaggio dei capitali illeciti per impedirne l’introduzione nel tessuto economico-finanziario sano del Paese, nonché per intercettare possibili pratiche di finanziamento del terrorismo, tradottasi, sul piano preventivo, nell’approfondimento delle segnalazioni di operazioni sospette inviate dai soggetti obbligati ai sensi della normativa antiriciclaggio e, sul piano repressivo, nell’esecuzione di mirate indagini di polizia giudiziaria. In particolare, sono stati eseguiti 21 interventi, da cui è scaturita la denuncia all’autorità giudiziaria di 46 persone per i reati di riciclaggio e auto-riciclaggio. Il valore del riciclaggio accertato si è attestato intorno ai 25 milioni di euro, mentre sono state inoltrate alla magistratura proposte di sequestri per oltre 50 milioni di euro. È stata, tra l’altro, conferita priorità all’analisi di quei contesti legati alla fase emergenziale e post emergenziale, che vengono delegati con immediatezza ai Reparti competenti per i conseguenti sviluppi operativi, in relazione alla possibile connessione con tentativi di infiltrazione della criminalità nel sistema economico, alle pratiche speculative sui prezzi dei dispositivi medici di protezione individuale o alle procedure di approvvigionamento di materiale medico, nonché, in prospettiva, con l’utilizzazione delle provvidenze che saranno poste a disposizione di cittadini e imprese per superare la contingente crisi economica.

Sequestrati oltre 145 kg di droga

Oltre alle indagini di polizia giudiziaria specificatamente delegate dall’autorità giudiziaria, i reparti della Guardia di Finanza svolgono mirate attività di contrasto al traffico e allo spaccio delle sostanze stupefacenti nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio, mediante l’impiego di pattuglie automontate nelle aree maggiormente esposte a rischio di essere interessate da traffici illeciti di varia natura, come le stazioni ferroviarie, i caselli autostradali, i terminal bus e le aree adiacenti alle scuole. Tali controlli vengono effettuati anche con l’ausilio delle unità cinofile. Al riguardo, nel corso del 2020, sono stati eseguiti complessivamente 199 interventi, con la constatazione di 200 violazioni, la denuncia di 37 persone di cui 8 tratte in arresto. Sono state sequestrate, complessivamente, oltre 145 kg di sostanze stupefacenti, di cui 2 chili circa di cocaina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scacco alla camorra: sequestrati 145 kg di droga nel 2020, 46 denunciati per riciclaggio

CasertaNews è in caricamento