rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Gricignano di Aversa

Da 'spazzatura' a 'pannolini', messaggi in codice per ordinare la droga

Sgominata una banda che agiva tra le province di Napoli e Caserta: 20 gli indagati

Giro di droga tra Caivano e Gricignano, 20 indagati. E’ quanto ipotizza la Procura di Napoli (pm Francesco Cirillo Fabrizio Vanorio) nei confronti di altrettante persone accusate di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio e singole cessioni di stupefacente.

Secondo la Dda napoletana uno degli indagati, supportato dai suoi familiari, avrebbe messo in piedi uno smercio di droga con roccaforte in una stradina del centro di Caivano. La ‘sostanza’ veniva chiamata in tantissimi modi, da ‘spazzatura’ a ‘tritolo’ passando per ‘tute’, ‘benzina’, ‘pannolini’, ‘funghi’, ‘magliette’, ‘panni’, ‘la grande o la piccolina’, ‘vino’, ‘prosecco’ ‘pittura’, ‘intonaco’ e ‘panettoni’. Per la Dda sarebbero state utilizzate schede telefoniche sim intestate a soggetti ignari o inesistenti attivate attraverso documenti falsi.

Nell’abitazione di famiglia, poi, sarebbero stati presi anche alcuni accorgimenti tesi a prevenire eventuali controlli delle forze dell’ordine o comunque a verificare tempestivamente l’identità dei soggetti che arrivavano. Nello specifico veniva installato all’ingresso un doppio cancello e predisposto un sistema di videosorveglianza con quattro telecamere. La stessa tipologia di ‘attivita’ era stata avviata anche a Gricignano di Aversa, in particolare cocaina. Gli indagati, da ritenere innocenti fino a condanna passata in giudicato, hanno venti giorni di tempo per depositare memorie difensive, propria documentazione o chiedere di essere interrogati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da 'spazzatura' a 'pannolini', messaggi in codice per ordinare la droga

CasertaNews è in caricamento