menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiumi di marijuana dall'Albania, in 2 escono dal carcere

Il Riesame dispone i domiciliari per Emilio Fiorillo ed Aleks Doka. La droga venduta sul mercato casertano

Hashish e marijuana importati dall'Albania, attraverso i porti pugliesi, e smerciati nel casertano. Questa l'accusa a carico di 6 persone arrestate lo scorso 17 dicembre dai carabinieri. Nella giornata di ieri due di loro hanno lasciato il carcere.

La decima sezione del Riesame ha disposto gli arresti domiciliari per Emilio Fiorillo, 24 anni di Mondragone, per il quale il ruolo di capo e promotore dell'organizzazione dedita allo spaccio è stato riqualificato in quello di semplice partecipe, con il conseguente affievolimento della misura cautelare. Domiciliari anche per Aleks Doka, accusato di una cessione di ben 30 chili di marijuana. Per lui i giudici hanno disposto una misura cautelare più lieve. I tre sono stati difesi dagli avvocati Fabio Della Corte, Goffredo Grasso, Luca Viggiano, e Salvatore De Blasio.

Le indagini avevano portato a svelare l'esistenza e l'operatività di un'associazione a delinquere composta da italiani ed albanesi dedita all'importazione di stupefacenti da commercializzare nel territorio italiano. La droga dall'Albania passava attraverso i porti della Puglia finendo nel casertano, tra Mondragone e Frignano, per essere rivenduta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento