menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga in carcere, in tre chiedono l'abbreviato

L'hashish occultato nelle scarpe

Si potrebbe chiudere con un processo con rito abbreviato l’inchiesta sulla droga che entrava nel carcere di Poggioreale. Dopo le richieste di patteggiamento avanzate da Anna De Luca ed Anna Improta, entrambe napoletane, questa mattina, nel corso dell’udienza davanti al giudice per le udienze preliminari del tribunale di Napoli Caputo, gli altri tre imputati hanno chiesto di essere processati col rito abbreviato.

Gli imputati sono Vincenzo Mocerino, 32 anni di San Nicola la Strada; Raffaella Loffredo, 32 anni di Napoli; Domenico Farina, 28 anni, originario di Caserta ma residente a Casalnuovo. L’udienza è stata poi aggiornata per la decisione del gup. Nel collegio difensivo ci sono gli avvocati Vincenzo Iorio e Antonella Regine.

Secondo la Procura, Mocerino, mentre era detenuto in carcere a Poggioreale, aveva chiesto a Domenico Farina di portargli della droga da occultare all’intero di un paio di scarpe Hogan per il tremate delle loro molti, Anna Importa e Anna De Luca. Lo scambio avvenne durante un colloquio, quando Farina e Mocerino si scambiarono le scarpe sotto il tavolo. Il fatto però fu notato da alcuni agenti che subito trovarono l’hashish nascosto all’interno. Raffaella Loffredo, invece, avrebbe avuto incarico dal marito detenuto (non imputato nel processo) di mettere in contatto De Luca e Improta per far entrare la droga in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Noviello, Cirillo stanato dopo la fuga

  • Cronaca

    Piazze di spaccio della camorra, 9 condanne

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento